LA STORIA:

 

Fondata nel 2002 da Alessandro Zanetti e Denis Casarin come Color Service Treviso C5, nelle prime stagioni della sua storia la società disputò stabilmente la Serie D nel girone di Treviso. L'impulso allo sviluppo della disciplina e alla trasformazione di un gruppo di amici in una vera società dilettantistica coincise con la sponsorizzazione della società CAME, impresa locale leader mondiale nella fornitura di soluzioni tecnologiche integrate per l'automazione di ambienti residenziali, pubblici e urbani.

Nella stagione 2005-06 la squadra vinse infatti sia la Coppa Veneto provinciale sia il proprio girone di campionato, guadagnando il diritto a disputare il campionato regionale di serie C2. La simbiosi con l'azienda divenne più stretta nel successivo torneo quando la società assunse la denominazione CAME Dosson Calcio a 5.

Nei campionati regionali la CAME disputa quattro stagioni, vincendo un Campionato di serie C2 (2007-08) e due anni più tardi quello di serie C1; anche nella fase regionale di Coppa Italia la squadra si comporta bene, raggiungendo nell'edizione 2008-09 la finale persa tuttavia contro l'Acinque Venezia per 4-7.

Il 2010-11 segna l'esordio nei campionati nazionali: la giovane compagine trevigiana conclude la stagione regolare al settimo posto, sfiorando i play-off. Nella stagione seguente la squadra raggiunge la salvezza solamente all'ultima giornata; al termine del campionato la società decide di cambiare guida tecnica affidandosi all'emergente Simone Zanella.

Dopo aver trascorso la maggior parte del campionato 2012-13 al primo posto in solitario, la squadra vede svanire la promozione diretta a tre giornate dal termine, venendo sopravanzata dall'Atletico Arzignano Cornedo. Giunta esausta nella regular season, la CAME è eliminata già al secondo turno dei play-off, completando l’annus horribilis con la sconfitta nella finale di Coppa Italia.

Anche nella stagione seguente la squadra è protagonista di un campionato al vertice, dando vita con Carrè Chiuppano e Arzignano a un entusiasmante corsa a tre per il primo posto, vinto proprio dai trevigiani che al termine della stagione regolare staccano di un solo punto le due formazioni vicentine, che concludono appaiate.

Nel 2014-15 la Came Dosson disputa per la prima volta la serie A2. Rinforzatasi con l'innesto di alcuni giocatori di esperienza, fin dalle prime battute del campionato i dossonesi si mettono in luce come squadra rivelazione, centrando la qualificazione in Coppa Italia di Serie A2 che organizzano, in collaborazione con il Villorba C5, presso il PalaTeatro di Fontane. La stagione regolare si conclude al quarto posto, mentre nei play-off la squadra esce sconfitta nel primo turno contro il PesaroFano. Al termine di un triennio ricco di soddisfazioni, il 7 maggio 2015 la società annuncia la separazione consensuale di Simone Zanella, sostituito dal tecnico brasiliano Sylvio Rocha che guiderà la squadra nella stagione 2015-16 alla vittoria della Coppa Italia di A2 (Pesaro, 13 Marzo 2016 battendo in finale l'Imola per 1 a 0 con il gol di Pablo Belsito) e alla vittoria del Campionato di Serie A2, segnando il 02 aprile 2016 una data storica nella storia della società con la promozione in Serie A Italiana.

La stagione 2016-2017, prima in massima serie, vede i trevigiani rinforzare la rosa con gli arrivi di giocatori d'esperienza, ma nonostante questo la stagione si chiude all'11esimo posto, con la salvezza raggiunta nei playout ai danni del Futsal Isola.

Nella stagione sportiva 2017-2018 fin da subito il CAME diventa la sorpresa del campionato, chiudendo il campionato al quarto posto e guadagnando per la prima volta la semifinale del Campionato e semifinale di Coppa Italia.
Nella stagione successiva ancora grandi traguardi per la società presieduta da Alessandro Zanetti, con il raggiungimento dei Play Off Scudetto, della Final Eight di Coppa Italia e anche la Final Four di Coppa Divisione.

Nella stagione 2018/2019 la società Came Dosson è stata riconosciuta ufficialmente come "Scuola di Calcio a 5"