Stagione 2018 / 2019 - 4^ giornata: Came Dosson-Real Rieti 4-4

Stagione 2018 / 2019 - 4^ giornata: Came Dosson-Real Rieti 4-4

CAME DOSSON-REAL RIETI: 4-4 (2-3 p.t.)

CAME DOSSONMorassi, Grippi, Schiochet, Igor, Vieira, Pietrangelo, Belsito, Fusari, De Matos, Bellomo, Sviercoski, Ronzani, Rosso, Cappelletto. All. Rocha.

REAL RIETIGarcia Pereira, Nicolodi, Joaozinho, Kakà, Rafinha, Esposito, Stentella, Tuli, De Michelis, Chilelli, Chimanguinho, Giannone, Evandro, Jefferson. All. Festuccia.

MARCATORI: 8’27” p.t. Nicolodi (R), 11’23” Rafinha (C), 13’33” De Matos (C), 14’20” Nicolodi (R), 19’13” Igor (C), 0’53” s.t. aut. Jefferson (C), 3’25” Fusari (C), 19’54” Chimanguinho (R).

AMMONITI: Grippi (C), Rafinha (R), Chimanguinho (R), Chilelli (R), Igor (C), Nicolodi (R), Belsito (C), Evandro Barros (R).

ARBITRI: Carlo Adilardi (Collegno), Nicola Acquafredda (Molfetta) CRONO: Francesco Scarpelli (Padova).

 

Pareggio amaro per la Came del presidente Zanetti che nel secondo tempo ha assaporato a lungo la vittoria per poi vederla sfumare a soli 5 secondi dalla sirena. Resta comunque un’ottima prestazione complessiva di tutta la squadra, tenendo conto anche dell’indubbio valore dell’avversario, fin qui imbattuto in campionato, ed un’iniezione di fiducia importante in vista delle prossime gare.

La cronaca. Avvio di gara su ritmi molto alti ed equilibrato in termini di volumi di gioco, ma le iniziative offensive dei laziali sono più incisive: prima Nicolodi va pericolosamente al tiro da posizione defilata con la palla che esce di poco a lato, poi azione personale di Joazinho, con tiro appena fuori dall’area su cui Morassi respinge da campione. La Came si fa vede grazie ad una splendida punizione di Cainan diretta sul sette ma che Pereira respinge da campione , sull’angolo seguente batti e ribatti in area di rigore sul quale il Rieti si salva. I ragazzi di mister Rocha non riescono però a dare continuità alle loro iniziative offensive e i laziali ne approfittano tornando a premere in avanti e trovando il vantaggio con Nicolodi, che intercetta una conclusione di Jefferson e da pochi passi supera Morassi. La reazione della Came non tarda ad arrivare ma Pereira fa buona guardia sulle conclusioni di Grippi e Japa. Gli uomini di Festuccia lasciano sfogare i padroni di casa e tornano a colpire velenosamente in avanti trovando il raddoppio con Chilelli, che approfitta di un retropassaggio errato e da pochi passi calcia in rete. Questa volta la reazione biancoblu è decisamente più efficace e la rete che riduce lo svantaggio arriva subito grazie a Cainan, che su azione da calcia d’angolo scarica in rete un sinistro di rara forza e precisione. L’entusiasmo per la rete dura però pochissimo perché Nicolodi riporta di nuovo i suoi sul doppio vantaggio grazie ad un tap-in troppo semplice in area di rigore. Bellomo e compagni continuano a crederci e il finale di primo tempo vede i biancoblu rabbiosi in avanti per ricucire lo svantaggio; la rete, assolutamente meritata, porta questa volta la firma di Igor  che da posizione defilata piega le mani di Pereira per il 2-3 su cui si va all’intervallo.

In avvio di ripresa immediato il pareggio della Came grazie ad un’autorete di Jefferson il cui retropassaggio sorprende Pereira. La rete da ulteriore fiducia ai biancoblu, già molto motivati al rientro dagli spogliatoi. A completare le marcature dei nuovi acquisti estivi manca solo Fusari che puntualmente timbra il cartellino al 3’ al termine di una bella azione manovrata col laterale trentino che supera Pereira in uscita. E’ tutta un’altra Came quella della ripresa, più solida dietro ed incisiva in avanti, e che potrebbe incrementare il vantaggio. Prima con una ripartenza di Murilo che serve Japa che calcia in scivolata di sinistro ma la palla esce di poco; quindi pochi minuti più tardi altro scambio tra i due ma il destro di Japa viene deviato da Pereira e sulla sua respinta Murilo viene a sua volta murato in angolo. A circa 4’ dalla sirena quinto uomo di movimento in campo per gli ospiti che aumentano la pressione davanti a Morassi: la Came difende bene ed è ordinata, il Rieti fatica a trovare gli spazi per pungere ma a soli 5 secondi dalla sirena il lampo di Chimanguinho  fissa il risultato sul 4-4 finale.