Stagione 2019/2020 - 11^ giornata: Came Dosson-Todis Lido di Ostia 2-1

Stagione 2019/2020 - 11^ giornata: Came Dosson-Todis Lido di Ostia 2-1

Stagione 2019/2020 - 11^ giornata: Came Dosson-Todis Lido di Ostia 2-1

CAME DOSSON-TODIS LIDO DI OSTIA (2-0 p.t.)
CAME DOSSON: Pietrangelo, Vieira, Bertoni, Igor, Schiochet
, Belsito, Ugherani, Giuliato, Juan Fran, Azzoni, Grippi, Tondi, Azzalin. All. Rocha

TODIS LIDO DI OSTIA: Di Ponto, Schacker, Motta, Rocha, Barra, Esposito, Adamo, Giampaolo, Muscio, Marciò, Lutta, Cerulli, Gallassi. All. Grassi

MARCATORI: 15'24'' p.t. Grippi (C), 18'02'' Grippi (C), 11'35'' s.t. Barra (L)

AMMONITI: Schacker (L), Vieira (C), Lutta (L)

ARBITRI: Alessandro Malfer (Rovereto), Fabrizio Schirripa (Reggio Calabria) CRONO: Michele Ronca (Rovigo)

Vittoria più sofferta del previsto per la Came Dosson, soprattutto per come si era messo il primo tempo chiuso in vantaggio con le due reti di Grippi e in apparente controllo della gara; nella ripresa infatti gli ospiti hanno messo in difficoltà i biancoblu che non si sono espressi sui loro livelli migliori ma anche nelle difficoltà hanno saputo mantenere la calma necessaria per conquistare l’ennesimo successo prezioso.

La cronaca. Came subito con buone percentuali di possesso palla e che in avanti si affida a Japa: il pivot biancoblu si rende pericoloso in due occasioni, nella prima stoppa bene la palla si gira e calcia velocemente ma la palla esce di pochissimo, poco dopo gira direttamente in porta di testa un lancio dalle retrovie ma il palo respinge una palla su cui Di Ponto non ci sarebbe mai arrivato. Il Todis è comunque vivo e non ci sta a fare la parte della vittima sacrificale: prima Motta al tiro in due occasioni mette sull’attenti Pietrangelo poi Barra trova un corridoio centrale dal limite dell’area ma la palla esce a lato. La Came ben presto aumenta la pressione in avanti determinata a spostare il risultato dalla sua parte ma si trova un Di Ponto in giornata di grazia a sbarrargli la strada: sulle conclusioni dalla distanza non concede mai uno spiraglio e quando i biancoblu riescono a liberarsi in area, come nel caso di Bertoni smarcato da un velo di Murilo, esce con sicurezza e chiude lo specchio della porta. Il portiere romano non può nulla però sull’iniziativa di Grippi che lo anticipa in uscita con un preciso tocco di punta che tocca il palo e finisce in rete. Il laterale brasiliano strappa ancora gli applausi del Paladosson pochi minuti più tardi: botta al volo da fuori area su azione da calcio d’angolo e palla che finisce in rete per il 2-0 su cui si va all’intervallo.

Avvio di ripresa con la Came subito pericolosa e alla ricerca della rete che ipotechi la vittoria ma la precisione non è delle migliori e il risultato non cambia. Gli ospiti col passare dei minuti acquisioscpono sicurezza e iniziano ad affacciarsi pericolosamente e con regolarità dalle parti di Pietrangelo: il portiere abruzzese è decisivo in diverse occasioni ma non riesce ad arrivare sul rasoterra angolato col quale Barra realizza la rete del 2-1. La rete stimola ulteriormente il Todis che continua a spingere e in un paio di occasioni crea le premesse per il pari: sfiora il palo il diagonale di Motta mentre poco dopo ancora Pietrangelo salva tutto in uscita. Quinto uomo di movimento per i laziali a circa quattro minuti dalla sirena ma è la Came ad avere la palla per chiudere la gara: sponda di Japa per l’accorrente Murilo che da posizione centrale calcia incredibilmente fuori. Ultimo minuto al cardiopalma con gli ospiti inj superiorità numerica nei possessi di palla offensivi: la difesa della Came è ermetica e Belsito e compagni portano a casa altri tre punti fondamentali alla causa biancoblu.