Stagione 2022/2023 - 15^ giornata: Came Dosson-Olimpus Roma 5-4

Stagione 2022/2023 - 15^ giornata: Came Dosson-Olimpus Roma 5-4

CAME DOSSON-OLIMPUS ROMA 5-4 (2-0 p.t.)
CAME DOSSON: Ricordi, Suton, Juan Fran, Vieira, Grippi, Belsito, Galliani, Di Guida, Perazzetta, Azzoni, Botosso, Ditano. All. Rocha.

OLIMPUS ROMA: Ducci, Cutrupi, Marcelinho, Rafinha, Dimas, Tres, Cutrignelli, Schininà, Isgrò, Di Eugenio, Joselito, Bianchetti. All. D'Orto.

MARCATORI: 4'39'' p.t. Vieira (C), 14'40'' Vieira (C), 1'36'' s.t. Galliani (C), 3'22'' Dimas (O), 5'50'' Juan Fran (C), 12'17'' Grippi (C), 13'53'' Marcelinho (O), 14'28'' Tres (O), 16'28'' Marcelinho (O).

AMMONITI: Marcelinho (O), Rafinha (O), Grippi (C), Schininà (O), Galliani (C)
ESPULSI: al 19'50'' del s.t. Schininà (O) per somma di ammonizioni.

ARBITRI: Chiara Perona (Biella), Nicola Acquafredda (Molfetta) CRONO: Giacomo Voltarel (Treviso).

Grandissima vittoria della Came Dosson che piega la quotatissima Olimpus Roma e chiude il girone di andata al terzo posto in classifica: è stata una partita molto accesa e avvincente giocata in una meravigliosa cornice di pubblico, la Came ha controllato il gioco per gran parte della gara, la grande reazione nei minuti finali non è bastata all’Olimpus per evitare la sconfitta.

La cronaca. Avvio convincente della Came Dosson che sostenuta dal suo meraviglioso pubblico cerca di indirizzare subito la gara a suo favore: dopo solo pochi secondi Juan Fran viene ben liberato al tiro ma calcia sopra la traversa, poco dopo buona occasione per Suton ma Ducci fa buona guardia. Gli ospiti quando hanno l’opportunità di avanzare dimostrano tutta la loro qualità e Ricordi è chiamato al grande intervento dalla conclusione ravvicinata di Marcelinho. Nel complesso decisamente meglio nei primi minuti di gara la Came che passa meritatamente in vantaggio con Japa Vieira che riceve spalle alla porta, si sposta la palla sul mancino e con una conclusione potente sotto la traversa supera Ducci. Immediata la reazione dell’Olimpus che vanno vicini al pareggio con Cutrupi la cui conclusione supera Ricordi ma Galliani provvidenziale salva sulla linea di porta. La gara si mantiene sempre molto accesa, la posta in palio è molto alta e anche questo spiega qualche intervento ruvido da ambo le parti. Dopo una serie di pericolose iniziative la Came trova il raddoppio ancora con Japa Vieira al 14’, questa volta grazie ad una splendida conclusione rasoterra di destro da posizione defilata. Sotto di due reti l’Olimpus alza il baricentro e nei minuti che precedono l’intervallo gioca in costante pressing offensivo rendendosi pericoloso più volte, Ricordi si dimostra però insuperabile e in almeno 3 occasioni chiude lo specchio da campione e mantiene la Came sul +2. L’ultima occasione del primo tempo capita sui piedi di Botosso sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma il giovane biancoblu chiude troppo la conclusione e la palla sfila a lato.

Subito due reti nei primi tre minuti del secondo tempo: prima la Came si porta sul 3-0 con Galliani che va in rete grazie ad un sinistro potente sotto la traversa, accorcia le distanze poco dopo Dimas dopo una percussione centrale; la rete del capitano degli ospiti rinvigorisce ulteriormente la spinta offensiva dell’Olimpus Roma che va immediatamente vicina alla seconda rete ma la retroguardia biancoblu respinge. La Came torna sul +3 al 5’ con Juan Fran che sugli sviluppi di un calcio d’angolo si libera bene a centro area e appoggia comodo in rete. Massimo sforzo offensivo degli ospiti che nei minuti successivi premono in avanti con tutte le loro forze per recuperare lo svantaggio ma la buona organizzazione degli uomini di Rocha ha la meglio sulle iniziative avversarie e così a mister Reali non resta che provare con il quinto uomo di movimento. La prima giocata offensiva dell’Olimpus è pero favorevole alla Came, Grippi conquista palla e si invola verso la porta dove deposita la palla del 5-1. Gli ospiti continuano comunque a crederci e grazie al power play dimostrano di poter rendersi molto pericolosi andando in rete per tre volte nel giro di soli quattro minuti: Marcelinho due volte e Tres sono gli autori delle reti che portano il risultano sul 5-4 a circa tre minuti dalla sirena. Nel finale incandescente Belsito e compagni chiudono ogni spazio agli avversari e portano a casa una vittoria tanto importante quanto meritata.